fiscalità • real estate
|
06 Febbraio 2024

Costituzione di diritti di superficie e rilevanza ai fini della determinazione dei redditi diversi

La Legge di bilancio 2024 impatta in modo significativo sulla tassazione degli atti a titolo oneroso con i quali viene costituito il diritto di superficie su un bene immobile, posti in essere dal 1° gennaio 2024.

Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi, come modificato dalla Legge di bilancio, dispone che, per l’applicazione delle imposte sui redditi, le disposizioni riguardanti le cessioni a titolo oneroso valgono anche per gli atti a titolo oneroso con cui si costituiscono o si trasferiscono i diritti reali di godimento.

La nuova legge, inoltre, amplia la categoria dei redditi diversi, nella quale rientrano anche i redditi che derivano dalla costituzione del diritto di superficie.

Secondo la novella, il reddito derivante dalla costituzione onerosa del diritto di superficie su un bene immobile rientra sempre nella categoria residuale dei redditi diversi, indipendentemente dal periodo intercorso tra l’acquisto del bene e la costituzione del diritto di godimento.

Seguendo questa nuova impostazione, dunque, il reddito che si produce a seguito della costituzione a titolo oneroso del diritto di superficie, viene assoggettato all’IRPEF ordinaria.

 


 

Seguiteci su LinkedIn