diritto societario
|
02 gennaio 2021

Nuova proroga per le assemblee notarili in full audio-conference: c’è tempo fino al 31 marzo 2021

Le assemblee convocate entro il 31 marzo 2021 possono continuare a essere verbalizzate completamente a distanza.

Ciò significa che il presidente e il notaio non si trovano nello stesso luogo di convocazione dell’assemblea e, pertanto, il verbale viene firmato dal solo notaio, che ne cura poi gli adempimenti pubblicitari.

Questa modalità innovativa, ormai in verità consolidata, facilita l’intervento di tutti i partecipanti all’assemblea che, senza alcun spostamento fisico, ricevono il link su cui cliccare per partecipare attivamente ai lavori.

In molti ci chiedono: per usufruire di questa modalità serve una clausola statutaria che consente espressamente le assemblee a distanza? La risposta al quesito è che non serve nessuna clausola e, anche in presenza di una simile clausola statutaria, le procedure indicate sono sempre derogabili.

Dunque, non c’è bisogno di adeguare lo statuto ed è sempre possibile svolgere completamente a distanza sia le assemblee totalitarie che quelle convocate.

 

Seguiteci su LinkedIn