real estate
|
13 settembre 2022

Come si adatta il ruolo del notaio alle mutate esigenze del mercato immobiliare milanese?

È noto a tutti che una delle attività più difficili e sfidanti a Milano sia la ricerca della casa: prezzi e domanda in continua crescita a fronte di un’offerta decisamente scarsa.

La metropoli, però, resta ancora molto lontana dalle principali capitali europee, con quotazioni al metro quadro che si attestano attorno ad 1/3 di altre realtà come Londra e Parigi.

Questo rende la città meneghina particolarmente appetibile per gli investitori stranieri con grandi capitali, abituati a ben altri valori per le transazioni estere, e che trovano molto vantaggioso optare per la residenza in Italia, anche alla luce dell’introduzione della c.d. “Flat Tax” (art. 24 bis TUIR), che comporta il pagamento di un’imposta sostitutiva dei redditi prodotti all’estero, calcolata in via forfetaria, nella misura di euro 100.000 per ciascun periodo d’imposta.

Cifre da capogiro per dei comuni mortali, ma non per gli acquirenti stranieri alla ricerca di un investimento immobiliare nelle zone più in voga della città.

Tra gli attori coinvolti nelle transazioni di immobili di lusso, il notaio riveste spesso un ruolo cruciale, anche grazie alla funzione di escrow agent che è chiamato a svolgere.

In questa veste, può infatti ricevere in deposito su un conto dedicato l’importo corrispondente al prezzo di acquisto in modo da trasferirlo al venditore contestualmente alla firma dell’atto, scongiurando quindi le difficoltà e i costi di transazione tipici dei pagamenti provenienti dall’estero.

Ciò rende l’operazione agile e veloce, oltre a permettere al venditore di avere le necessarie garanzie circa la provenienza dei fondi unitamente alle più tradizionali garanzie di terzietà ed indipendenza tipiche della professione notarile.

Sempre più spesso, quindi, affidarsi ad uno studio notarile dal taglio internazionale, in grado quindi di assistere al meglio l’interlocutore straniero, è sinonimo di certezza e buon esito dell’operazione”.

 

 

Seguiteci su LinkedIn