MN stories
|
10 marzo 2020

L’atto costitutivo al tempo delle startup: la firma grafometrica

Velocità, certezza e digitalizzazione. E’ questo che richiede l’atto costitutivo del futuro, ma per Milano Notai è già il presente mediante la sottoscrizione grafometrica dell’atto.

L’atto notarile informatico infatti è a tutti gli effetti un atto pubblico e, in particolare, la firma grafometrica è quella firma digitale che consente di rilevare gli elementi biometrici della sottoscrizione, come pressione, velocità del tratto, inclinazione della penna, dati sensibili che garantiscono l’autenticità del documento (con tutte le relative cautele per la privacy).

La firma grafometrica assume poi valenza rafforzata nel momento in cui l’atto pubblico è sottoscritto dal notaio con la propria firma digitale, modalità per il perfezionamento dell’atto pubblico consentita dalla legge notarile.

 

Seguiteci su LinkedIn