fiscalità
|
22 maggio 2020

Decreto Rilancio: credito d’imposta per le locazioni di immobili ad uso non abitativo

A tutti conduttori esercenti attività d’impresa, arte o professionale, che nel 2019 non hanno avuto ricavi superiori a 5 milioni di euro e che hanno in locazione immobili ad uso non abitativo, il Decreto Rilancio riconosce un credito d’imposta pari al 60 % per quanto riguarda i canoni di locazione dei mesi di marzo, aprile e maggio 2020.

Il credito d’imposta previsto per il medesimo trimestre scende però al 30 % per i c.d. contratti di servizi a prestazioni complesse e affitto d’azienda comprendenti almeno un immobile ad uso non abitativo.

Il medesimo credito d’imposta riconosciuto nella misura del 30 % spetterà anche agli enti non commerciali, del terzo settore e religiosi in relazione sempre ai canoni di locazione di unità immobiliari ad uso diverso dall’abitativo e sedi per lo svolgimento delle loro attività istituzionali.

 

Seguiteci su LinkedIn