diritto societario
|
09 ottobre 2020

Aumenti di capitale più snelli e credito d’imposta: i termini da rispettare

Fino al 30 giugno 2021, anche qualora lo statuto preveda maggioranze più elevate, Srl e Spa possono deliberare gli aumenti di capitale mediante il voto favorevole della maggioranza del capitale rappresentato in assemblea, a condizione però che essa sia costituita con la presenza di almeno la metà del capitale sociale.

Tempi più stretti vengono invece previsti per le delibere di aumento di capitale utili al credito d’imposta sia per la società che per gli stessi soci conferenti. Tali deliberazioni, infatti, devono essere assunte entro il termine del 31 dicembre 2020 e, sempre entro questa data, l’aumento di capitale deve essere integralmente versato perché una sottoscrizione parziale non può essere valida per il credito di imposta.

Gli attori dell’assemblea, vale a dire i soci, gli amministratori, i sindaci e persino il presidente possono essere collegati completamente a distanza mediante i mezzi di telecomunicazione.

Per maggiori info societario@milanonotai.it

 

Seguiteci su LinkedIn