diritto societario
|
12 ottobre 2020

Avanti tutta! Assemblee a distanza e … (parte I) clausole statutarie

Soci, amministratori e sindaci non si presentano fisicamente: subito corriamo a verificare le clausole dello statuto in materia di assemblea. Ahimè, lo statuto è vecchissimo, non è contenuta la clausola che regola le riunioni assembleari con mezzi telematici.

Ci salvano le norme legate all’emergenza sanitaria: fino al 31 dicembre 2020, è possibile che le assemblee si tengano completamente via Skype, Zoom, Teams e chi più ne ha ne metta, anche in assenza della previsione statutaria che le rende possibili. La clausola statutaria che consente le assemblee a distanza non serve. Ed anche in presenza di una clausola statutaria, le procedure indicate sono derogabili.

Si possono, dunque, sempre svolgere completamente a distanza sia le assemblee totalitarie che quelle convocate.

 

Seguiteci su LinkedIn